Guida alle soluzioni e ai Servizi per il mondo finanziario.
  • Aziende
  • CSE Consorzio Servizi Bancari Soc.Cons.a r.l.

CSE Consorzio Servizi Bancari Soc.Cons.a r.l.

    • Una nuova prospettiva per le banche

      DA CSE COPERTE TUTTE LE ESIGENZE DEL MERCATO BANCARIO. SERVIZI SEMPRE PIÙ SU MISURA, SIA CHE SI TRATTI DI REALTÀ TERRITORIALE, SIA CHE SI TRATTI DI GRANDI PLAYER

      Digitalizzazione, canali, sicurezza e adeguamento alle nuove normative sono solo alcune delle aree che attualmente CSE sta seguendo con attenzione e sulle quali sta investendo. «L’evoluzione tecnologica in questi ambiti – spiega l’amministratore delegato Vittorio Lombardi - è molto veloce e ogni banca manifesta, sempre più frequentemente, esigenze peculiari e in ottica di differenziazione; questo implica, per CSE, il disegno di applicazioni flessibili e modulari. Inoltre, notiamo come le banche siano desiderose di sperimentare soluzioni innovative che permettano di introdurre modelli operativi più efficienti, oppure di adottare nuovi modelli di servizio per fidelizzare i clienti attuali o catturare i prospect».
      L’innovazione riguarda banche di ogni dimensione: anche le “minori” sono diventate molto più esigenti nel richiedere
      soluzioni sempre più personalizzate, principalmente in aree specialistiche di business: ad esempio può essere un particolare segmento di clientela (retail, small business, private, Millennials), oppure una tipologia di business (strumenti di finanza evoluta, pagamenti, leasing, factoring) o, ancora, l’utilizzo di servizi verticali molto resilienti (core banking, modelli di rating/ scoring, conti di deposito). «Insomma, non esiste più il sistema “one size fits all”, ma è necessario disegnare le nuove soluzioni in modo modulare, tra loro integrate da layer architetturali e sviluppate in logica a “micro-servizi”».

      L’Innovation Lab

      All’interno del gruppo CSE è attiva una divisione dedicata alle soluzioni innovative, dove vengono sperimentate e maturano esperienza sulle nuove tecnologie e vengono testati gli use case più interessanti. «Abbiamo iniziato da alcuni use case “maturi” e già pronti per la produzione – Big Data, banca vocale, Rpa  e stiamo studiando e valutando dove ha più senso sperimentare altri tipi di tecnologie».
      In generale, CSE investe ogni anno oltre 30 milioni di euro in soluzioni innovative e impiega oltre 200 persone nella sperimentazione e industrializzazione di soluzioni che sfruttano le nuove tecnologie.
      «Vantiamo inoltre collaborazioni con aziende e organismi esterni che ci permettono di avere un osservatorio sulle
      tecnologie emergenti e le loro applicazioni e di definire partnership con Fintech per accelerare la sperimentazione di nuovi prodotti».
      Proprio in merito alle Fintech, Lombardi precisa come l’Open Banking rappresenti una sfida enorme per il settore, perché aprirà le porte a una moltitudine di nuovi servizi forniti da player specializzati, a partire ad esempio dal mondo dei pagamenti, soprattutto istantanei, per poi estendersi ad altri ambiti come il credito al consumo o il wealth management. «La banca – spiega - deve evolvere il proprio modello di servizio, poiché rischia di perdere la leadership nella relazione con i propri clienti e di essere disintermediata nelle attività differenzianti e a maggiore valore aggiunto, rimanendo relegata alla mera fornitura di servizi-commodity, come conti correnti, segnalazioni, contabilità».
      La tecnologia diventa quindi la spinta per l’innovazione dei servizi e abilita l’offerta di una “piattaforma” grazie alla quale
      integrare in un nuovo ecosistema diversi attori che contribuiscono all’erogazione di un servizio. Il collante che permette
      di realizzare il servizio completo per l’utente finale è di fatto rappresentato da un’adeguata infrastruttura e strategia di esposizione dei micro-servizi attraverso una piattaforma di Open Api, che CSE ha già implementato e che continua ad arricchire.

      La relazione con il cliente
      La trasformazione digitale richiede attenzione su usabilità, fruibilità omnicanale dei servizi e offerta “full digital”. I principali punti da indirizzare a breve sono il ridisegno della customer experience, presidiando e rendendo omogenei e integrati tutti i punti di contatto con il cliente (Internet, mobile, self-area, filiale, contact center, promotori), la personalizzazione della comunicazione e dell’offerta, sfruttando ove possibile modelli di data analytics che rendano il più possibile automatico, “on time” e su misura la comunicazione e l’offerta. «Non dobbiamo poi dimenticare l’ottimizzazione del processo di vendita in ottica semplificazione – si immagini il one-click di Amazon - pensando sempre a un’esperienza “full-digital”. Essenziale sarà anche ascoltare i clienti in modo “digitale”: feedback veloci, survey, analisi comportamentale».

      Il valore delle persone CSE
      Le direttrici strategiche dell’azienda:
      formare il personale con iniziative specifiche sul digitale, nuove tecnologie e metodologie (es. Agile)
      creare un ambiente e una cultura guidata dal digitale e dall’innovazione
      attirare nuovi profili necessari per tradurre il potenziale delle nuove tecnologie in servizi
      prepararsi alla competizione per pochi talenti: il mercato è altamente competitivo e l’attrazione e la retention richiedono
      attenzione e nuove modalità di ingaggio
    • A new perspective for banks

      CSE CATERS TO THE BANKING MARKET’S EVERY NEED. INCREASINGLY TAILORED SERVICES FOR BOTH LOCAL ORGANISATIONS AND MAJOR PLAYERS

      Digitisation, channels, security and compliance with new regulations: these are just a selection of the areas that CSE is currently monitoring closely and investing in. As the company's managing director Vittorio Lombardi explains, "technology evolves very quickly in these areas; increasingly often, we find that each bank has specific needs related to differentiation. For CSE, this entails designing flexible and modular applications. In addition, we note that banks are eager to experiment with innovative solutions that allow them to introduce more efficient operating models, or to adopt new service models in order to retain current customers or capture prospective ones".
      Innovation is a topic of interest for banks of all sizes: even the ‘minnows’ of the industry have become much more demanding in requesting increasingly personalised solutions, mainly in specialist business areas. This can be linked to a particular customer segment (retail, small business, private individuals, Millennials), a type of business (advanced financial instruments, payments, leasing, factoring), or even the use of highly resilient vertical services (core banking, rating/scoring models, deposit accounts). "In short, the 'one size fits all' system no longer exists: new solutions must be designed in a modular fashion, integrated by architectural layers and developed according to a "microservices" approach".

      The Innovation Lab
      The CSE group is home to a department dedicated to innovative solutions; here, new technologies are trialled and developed and the most interesting use cases are tested. "We started with some 'mature' use cases that were already ready for production – Big Data, voice banking, RPA – and we are now studying and evaluating where it makes the most sense to experiment with other types of technology".
      In general, CSE invests over 30 million euros each year in innovative solutions and employs over 200 people tasked with testing and industrialising solutions that harness new technologies.
      "We also collaborate with external companies and bodies, allowing us to monitor emerging technologies and the ways in which they are applied and to establish partnerships with FinTech in order to accelerate the testing of new products".
      Speaking of FinTech, Lombardi points out how Open Banking represents a huge challenge for the sector, because it will pave the way for a whole host of new services provided by specialised players, starting, for example, with the world of payments (particularly instant payments) before branching out into other areas such as consumer credit or wealth management. He explains that "banks must develop their service model, since they currently risk losing leadership in their relationship with customers and being cut out of activities that differentiate them and have the greatest added value, thus being relegated to mere service/commodity providers offering current accounts, reporting and accounting".
      Technology thus becomes the driving force behind service innovation and allows the company to offer a ‘platform’ through which various players that contribute to the provision of a service can be integrated into a new ecosystem. The ‘glue’ that allows the company to produce a complete service for the end user lies in suitable infrastructure and a strategy that showcases microservices through an Open API platform, which CSE has already implemented and to which it continues to add.

      Customer relations
      Digital transformation requires a focus on usability, the omnichannel availability of services and a "full digital" offering. The main points that need to be promptly addressed are the redesign of the customer experience, overseeing all points of contact with the client and ensuring they are uniform and integrated (internet, mobile, self-service area, branch, contact centre, promoters), and the personalisation of communication and services, using data analytics models where possible to make these aspects as automatic, timely and tailored as they can be. "And we can't forget about optimising the sales process from a simplification standpoint – think of Amazon's one-click ordering – with a constant focus on the 'full digital' experience. It will also be crucial to listen to customers 'digitally': fast feedback, surveys, behavioural analysis".

      The value of CSE's staff
      The company's strategic guidelines:
      train staff with specific initiatives on digital, new technologies and methodologies (e.g. Agile)
      create an environment and a culture driven by digital and innovation
      attract people from new backgrounds needed to translate the potential of new technology into services
      be prepared to compete for a small talent pool: the market is highly competitive, and attracting and retaining staff requires close attention and new engagement methods.

  • CSE Consorzio Servizi Bancari Soc.Cons.a r.l.
  • Via Emilia 272
  • 40068 S. Lazzaro di Savena BO - Italia
Vittorio Lombardi, Amministratore Delegato di CSE

Vittorio Lombardi, Amministratore Delegato di CSE

Scrivici per essere su TopVendors!

Confermo di aver letto la normativa in materia della privacy e trattamento dei dati personali.

Powered by ChronoForms - ChronoEngine.com

Designed by f14web.pro & carchidio.com

Questo sito utilizza cookies per garantire le proprie funzionalità ed agevolare la navigazione agli utenti, secondo la Cookie Policy. Cliccando "Acconsenti" l'utente accetta detto utilizzo.