The most complete guide to software, hardware and services for the banking sector.

Enterprise Spa

    • Enterprise, the business model focusing on Italy and the Middle East

      Not just advanced solutions for the Italian banking sector, but a focus on the idea of "banking" coming from countries far from the European culture. The expansion projects are explained by CEO Marisa Casale

      Since 1995, Enterprise has specialised in IT solutions dedicated to the banking sector. It now boasts over 200 successfully-completed software projects and 300 bank customers including Consortia. Its solutions range from Trade Finance to multichannel payment services and core banking systems. By way of clients, it has commercial banks, banks from the Islamic world, central banks, financial operators and outsourcer banks with a wide variety of products. ICT Finance comes from Enterprise understood as an outline of application architecture, system integration, implementation and customisation of their own platforms, integration and compliance with security infrastructure, and consulting.
      Over the past decades, the market has changed a number of times and the accelerations in the terms of transformations have been even more evident in the most recent period. The perspective from which Enterprise looks upon the sector is, however, different from that of its other direct competitors, with the company led by CEO Marisa Casale being consistently focused on the research and development of new products. It also has an international air whilst being actively involved simultaneously in projects beyond the European borders.
      Prior to delving into this issue, the manager took stock of the Italian market and of the push towards innovation to which the banks are subject, determining, "Credit institutions need to become more and more competitive not only within their own sector of reference, but also before players from the 'external' world, being all those who have undertaken to effectuate payments on behalf of the customers. Consider the classic telephone bill that used to be paid at the bank, the post office or via direct debit. Today, it is quite simple to go to a collections outlet, without even having the bill in hand, and communicate your client code and pay with ease. Large suppliers are channelling the payment to new non-bank entities - the world is changing. Think also about the transfer of money that numerous immigrant workers, even in our country, request to send to their country of origin. The option allows payments that are swift and available 24-hours a day, even on non-business days - an exceedingly competitive element that the banks are beginning to understand and that we support precisely with remittance software that is even simpler than the classic wire transfer." Another big world overseen by Enterprise on behalf of its own clients is that relative to digitalisation. Even in this case, the challenge is to enable banking operations not only through the bank teller and/or the computer of the user, but through any device, from the smartphone to the tablet. "This does not concern merely seeing the balance and completing a transaction from home, perhaps on a Saturday morning, but to work on multiple fronts, even applying for a loan, for example. In fact, more and more services are being activated, utilisable in an ever-easier manner. That is why our business in Italy is constantly and steadily growing."

      From Dubai to Iran
      As anticipated, Enterprise is committed to developing businesses and relationships in foreign countries even far from Italy. At present, in addition to the locations in Rome, Turin and Milan, the company is present in Dubai with Kafi Banking Software and has also recently commenced operations in Tehran, in Iran. The foreign business currently provides 15% of additional revenue, and is steadily growing.
      "Our international approach is already bearing fruit - some clients have been consolidated. We are even ready to unleash our products in Iran. Hopefully, within the year, we will be able to claim our first client in this country as well. In addition, through partnerships, we are working to expand business to other countries, such as Lebanon and Afghanistan. As you can imagine, these are very complex markets, with different cultural situations to ours, yet which have an absolute need for our solutions and to evolve their banking system. Having a challenge is always important for our employees, who are facing a different climate and approach to life from those of the Old Continent, but the personnel knows how to introduce valuable projects into contexts that require effective support for the improvement of their community as well." Every time Enterprise undertakes to focus on a foreign market, it dedicates key Italian figures to the project, persons who know the products and who, in turn, have the task of applying their skills directly on site. For example, in the case of the nascent project in Iran, Italian consultants will travel within the country for the organisation and training of Iranian personnel. "In every situation in which we find ourselves, product governance is always in the hands of our agencies and this concept is applied to all activities, including the implementation, customisation, migration, education, and more. Typically, these realities are interested in implementing a complete information system."

      The Enterprise Academy
      For years, Enterprise has chosen to devote continual investments and resources to the continuous training of its personnel. To this end, the "Enterprise Academy" project was launched, focused on staff training across-the-board, from business analysts, technical architects and other specialists, so that the various fields of knowledge of the individual reaches a range of themes of business, technology and regulations that may not be touched upon specifically during day-to-day work. Through partnerships with various universities, students are also trained, either as graduates (with internships) or throughout the completion of their study course.

      What will happen to the outsourcers?
      Several pawns are moving around the chessboard of Italian banking. And with them, the fate of solution providers. "Today," says Marisa Casale, "many banks that rely on large service centres, are calling for specialised solutions that are easier to utilise, whilst being quicker to implement and to maintain. A consolidation is also foreseen for these important entities, just like what has happened or is happening with regards to banks." Does this mean that Enterprise can help the direction of these? "The subject is under study and we are also involved with international partners," declares the CEO, "because to date, we have marketed our solutions precisely through some of these service centres. Let's say that what is occurring is an important scenario in which there are lights and shadows, and we want to manoeuvre it all directly and/or in partnership, to make the most of these opportunities."

    • Enterprise, il modello di business che guarda in Italia e al Middle East

      Non solo soluzioni avanzate per il settore bancario italiano, ma un’attenzione all’idea di “banca” che proviene da Paesi lontani dalla cultura europea. I progetti di espansione sono raccontati dal Ceo Marisa Casale.

      Dal 1995, Enterprise è specializzata nelle soluzioni informatiche dedicate al settore bancario; vanta oltre 200 progetti software completati con successo, 300 banche clienti compresi i Consorzi. Le sue soluzioni spaziano dal Trade Finance ai servizi di pagamento multicanale ai sistemi core delle banche. Suoi clienti sono, per una vasta varietà di prodotti, banche commerciali, banche del mondo islamico, banche centrali, operatori finanziari, outsourcer bancari. L’Ict Finance viene da Enterprise interpretato sotto forma di disegno di architetture applicative, system integration, implementazione e customizzazione delle proprie piattaforme, integrazioni e compliance con infrastrutture di security, consulenza. Negli scorsi decenni il mercato è cambiato più volte e le accelerazioni nel segno delle trasformazioni sono state ancor più evidenti nell’ultimo periodo. La prospettiva dalla quale Enterprise guarda il settore è però diversa da quella di altri suoi diretti competitor: la società guidata dal Ceo Marisa Casale è costantemente concentrata nella ricerca e sviluppo di nuovi prodotti. Ha inoltre un respiro internazionale ed è attivamente impegnata in progetti fuori dai confini europei. Prima di addentrarsi in questa tematica, la manager fa il punto sul mercato italiano e sulle spinte all’innovazione cui sono sottoposte le banche: «Gli istituti di credito – spiega – hanno la necessità di rendersi sempre più concorrenziali non solo all’interno del proprio settore di rifermento, ma anche nei confronti di player del mondo “esterno”, ossia di tutti quei soggetti che hanno iniziato a eseguire pagamenti per conto dei clienti. Si pensi alla classica bolletta telefonica, che un tempo si pagava presso la banca, Poste Italiane o tramite domiciliazione bancaria. Oggi, con semplicità, ci si può recare presso una ricevitoria, senza nemmeno la bolletta in mano, comunicare il proprio codice cliente e pagare con comodità. Grossi fornitori stanno canalizzando i pagamenti su nuove entità non più bancarie: il mondo sta cambiando. Si pensi poi al trasferimento di denaro che moltissimi immigrati lavoratori, anche nel nostro Paese, richiedono verso il proprio Paese di origine. La possibilità di pagamento è veloce, disponibile H24, anche nei giorni di festa: un elemento concorrenziale fortissimo, che le banche stanno iniziando a comprendere e che noi supportiamo proprio con un software per le rimesse, più semplici rispetto al classico bonifico». Un altro grande mondo presidiato da Enterprise per conto dei propri clienti è relativo alla digitalizzazione. Anche in questo caso, la sfida è quella di abilitare le operazioni bancarie non più solo attraverso lo sportello bancario e/o il Pc dell’utente, ma attraverso ogni device, dallo smartphone al tablet. «Non si tratta di vedere semplicemente il saldo o di fare un bonifico da casa, magari il sabato mattina, ma di operare su più fronti, per esempio richiedere un mutuo. Si tratta insomma di attivare sempre più servizi, fruibili in modo sempre più semplice. Proprio per questo il nostro business in Italia è in continua e costante crescita».

      Da Dubai all’Iran
      Come anticipato, Enterprise è impegnata a sviluppare business e relazioni in Paesi stranieri anche molto lontani dall’Italia. Attualmente, infatti, oltre alle sedi di Roma, Torino, Milano, l’azienda è presente con Kafi Banking Software a Dubai e ha recentemente avviato le attività anche a Teheran, in Iran. Il business estero assicura attualmente un 15% di fatturato aggiuntivo, ed è in costante crescita. «La nostra impostazione internazionale sta già dando i suoi frutti: alcuni clienti sono stati consolidati. Anche in Iran siamo pronti a sbarcare con i nostri prodotti. Speriamo, entro l’anno, di poter vantare un primo cliente anche in questo Paese. Inoltre, attraverso partnership, abbiamo in mente di allargare il business ad altri Paesi, quali per esempio il Libano e l’Afghanistan. Si tratta, come si può immaginare, di mercati assai complessi, con situazioni culturali differenti dalla nostra, che però hanno assoluta necessità delle nostre soluzioni e di far evolvere il proprio sistema bancario. La sfida è sempre importante, per i nostri dipendenti che si confrontano con un clima e un approccio alla vita diversi da quelli del Vecchio Continente, ma le persone sanno di portare progetti di valore in contesti che chiedono un supporto fattivo al miglioramento anche della loro comunità». Ogni volta che Enterprise inizia a interessarsi a un mercato straniero, dedica al progetto figure italiane debitamente formate, che conoscono i prodotti, e che hanno il compito, a loro volta, di attivare competenze direttamente in loco. Nel caso del progetto nascente in Iran, per esempio, i consulenti italiani si recheranno nel Paese, per l’organizzazione e la formazione del personale iraniano. «In ogni situazione in cui ci troviamo, il governo del prodotto resta sempre in mano alle nostre aziende e questo concetto viene applicato per tutte le attività, comprese l’installazione, customizzazione, migrazione, education e altro. Tipicamente, queste realtà sono interessate a implementare un sistema informativo completo».

      L’Enterprise Academy
      Da anni Enterprise ha scelto di dedicare investimenti e risorse all’aggiornamento continuo dei propri professionisti. A questo scopo ha avviato il progetto “Enterprise Academy”, che si occupa di formare in modo trasversale il personale, composto da business analyst, technical architect e altri specialisti, affinché le diverse conoscenze del singolo vadano a toccare diverse tematiche di business, tecnologiche, regolatorie che magari non vengono toccate in modo specifico durante il lavoro quotidiano. Attraverso la partnership con varie università vengono poi formati anche gli studenti, neolaureati (stage) o in fase di completamento del percorso di studi.

      Cosa succederà agli outsourcer?
      Diverse pedine si stanno spostando sulla scacchiera bancaria italiana. E con esse il destino dei fornitori di soluzioni. «Oggi – racconta Marisa Casale – molte banche, che si appoggiavano ai grossi centri servizi, chiedono soluzioni specialistiche più facili da utilizzare, più veloci da implementare e mantenere. Inoltre è previsto un consolidamento anche per queste importanti realtà, alla stregua di quanto avvenuto o sta avvenendo per le banche». Questo significa che Enterprise può aiutare il percorso di queste ultime? “La tematica è allo studio, stiamo coinvolgendo anche partner internazionali – afferma il Ceo – perché sino a oggi abbiamo commercializzato le nostre soluzioni proprio attraverso alcuni di questi centri servizi. Diciamo che quello che si prospetta è uno scenario importante in cui vi sono luci e ombre, e noi vogliamo giocarla direttamente e/o in partnership, per usufruire al meglio di queste opportunità».
  • Enterprise Spa
  • Viale Egeo 55/57
  • 00144 Roma RM - Italy
Marisa Casale,Amministratore Unico di Enterprise

Marisa Casale,
Amministratore Unico di Enterprise

Write us to be into TopVendors!

I confirm that you have read the privacy policy .

Powered by ChronoForms - ChronoEngine.com

Designed by f14web.pro & carchidio.com

This site uses cookies to ensure its functionality and facilitate navigation to users, according to the Cookie Policy. By clicking " agree " you are agreeing the use.