Guida alle soluzioni e ai Servizi per il mondo finanziario.
    • I nuovi linguaggi della banca

      CEDACRI E I DRIVER DELL’INNOVAZIONE CHE PORTANO A UNA MAGGIORE CONOSCENZA DEL CLIENTE
      GARANTITA DA ANALYTICS E INTELLIGENZA ARTIFICIALE

      Là dove sino allo scorso anno l’orizzonte evolutivo per supportare la crescita delle banche era rappresentato dalla multicanalità/omnicanalità, oggi si guarda finalmente oltre.
      Il Direttore Generale di Cedacri, Salvatore Stefanelli, orienta il discorso verso gli Analytics, già a disposizione delle banche che possono contare su nuovi algoritmi di analisi dei Big Data. «Una banca – spiega – come primo obiettivo del proprio piano industriale deve avere l’incremento del numero dei clienti serviti. A nostro parere, infatti, oggi, il suo valore è condizionato più dal numero di clienti che possiede che dalle masse gestite o dal numero delle filiali: pensiamo alla Mobile Bank N26, che offre servizi tramite un’app su mobile, senza filiali, e capitalizza più di una banca con qualche centinaio di filiali e qualche miliardo di impieghi. È chiaro che in questo contesto sia necessario disporre di nuovi modi di leggere e comprendere il “fenomeno-cliente”, per crescere e trovare un nuovo modo di fare business. Analytics e Big Data sono degli ottimi alleati». Negli ultimi cinque anni, secondo Cedacri, gli istituti di credito del territorio più attenti alla crescita hanno sviluppato ex novo il canale dei promotori/gestori che supportano i clienti nel wealth management. Oggi si assiste ad un altro fenomeno: l’apertura di un canale diretto che permette di sfruttare la propensione all’ecommerce dei clienti. «Certamente aprire ex novo un canale diretto in ottica di vendita è complesso, i volumi iniziali piccoli possono condizionare il break even, ma la costanza sta premiando. Alcune banche territoriali hanno mostrato particolare vivacità, adottando il modello di “filiale digitale”, che può operare in “circolarità” sui clienti di tutte le filiali della banca. Viene facile comprendere come ciò vada a toccare sensibilmente tutta la relazione della banca con la sua clientela e faccia emergere l’importanza degli Analytics, che devono fornire una buona profilazione del cliente a chi non lo conosce direttamente».
      Questa fase di cambiamento, basata sulla conoscenza e sull’uso dei dati, porta all’evoluzione dei canali diretti, che finalmente diventano anche canali di vendita con processi digital. Il che significa ad esempio, che sempre di più il cliente potrà gestire in autonomia il proprio portafoglio degli investimenti o ricevere proposte di acquisto personalizzate, confezionate in base al proprio profilo da sistemi esperti che utilizzano l’intelligenza artificiale.

      Personalizzare, autoapprendere
      Nell’ambito della Direzione architetture, R&S e Digital Innovation, Cedacri sta sviluppando un nuovo modello architetturale che si basa sull’adozione delle componenti Microservizi, Api e Data Lake. L’integrazione di queste componenti consente di disporre di un ambiente in grado di sfruttare appieno le potenzialità dei nuovi linguaggi e delle tecnologie emergenti quali Big Data, Machine Learning, Cloud ibrido. In particolare, la componente di intelligenza artificiale opera all’interno del Data Lake e permette di integrare svariati algoritmi di machine learning e deep learning in grado di trattare autonomamente grandi volumi di informazioni estraendone degli indicatori utili per offrire alle banche nuove opportunità di business.
      Per esempio, la soluzione di customer data management Smart Targeting, avendo a disposizione tutti i dati di un cliente, è in grado di formulare un’offerta personalizzata massimizzando la probabilità di adesione. Inoltre la piattaforma può imparare da sola, basandosi anche sui feedback che riceve dal cliente, immagazzinare esperienze ed elaborare soluzioni sempre più efficaci nel corso del tempo.
      «Alle spalle di queste nuove soluzioni vi è un gruppo di ragazzi, talenti curiosi, laureati nelle varie discipline specialistiche – Fisica, Ingegneria, Informatica, Matematica, Economia – che hanno saputo interpretare i cambiamenti tecnologici e metterli a disposizione delle banche clienti», completa il Direttore Generale.

      Le frontiere e gli interlocutori
      Si sta assistendo anche al cambiamento delle relazioni delle banche con gli altri player: «Le fintech, per esempio, non rappresentano più entità sconosciute da temere in ottica di competition, ma sono diventate interessanti per le banche perché hanno sviluppato non solo competenze di business, ma anche di compliance e sistemi di base, molto utili per innovare i processi operativi, l’ambito dove il digital può fornire maggiori benefici economici alle banche; lavorano sui crediti, sulla finanza, sui pagamenti, ma non si pongono in diretta concorrenza con le banche». Un sistema che Cedacri sta sviluppando con la collaborazione di alcune fintech è quello dell’open banking, che Stefanelli considera: «Il principale canale di vendita e di servizio della banca del futuro. Immagino, per esempio, che un domani un’azienda possa emettere una fattura elettronica e che contestualmente, tramite un’Api, venga accreditato sul suo conto corrente il credito che la banca anticipa sulla fattura. Per fare questo è necessario integrare i principali sistemi di contabilità clienti con i sistemi di back end delle banche, attraverso le Api, uscendo fuori dall’ambito che i sistemi informativi delle banche hanno presidiato fino ad oggi. Siamo agli albori di una grande trasformazione del modo di essere banca».

    • The new languages ​​of banking

      CEDACRI AND THE INNOVATION DRIVERS THAT HELP COMPANIES LEARN MORE ABOUT THEIR CUSTOMERS, GUARANTEED BY ANALYTICS AND ARTIFICIAL INTELLIGENCE

      Until last year, the multichannel/omnichannel approach was as far as prospects stretched when it came to supporting the growth of banks. Now, however, we are finally looking beyond.

      The General Manager of Cedacri, Salvatore Stefanelli, is steering the conversation towards Analytics, already available to banks that can count on new Big Data analysis algorithms. He explains: "The first objective of any bank's business plan must be to increase the number of clients it serves. In our opinion, in fact, a bank's value is now influenced more by the number of customers it has than by the volumes it manages or the number of branches it operates: consider N26, the mobile bank, which offers its services through a mobile app and has no branches yet capitalises more than a bank with a few hundred branches and a few billion jobs. In this context, it is clear that we need new ways of interpreting and understanding the ‘customer phenomenon’ in order to grow and find a new way of doing business. Analytics and Big Data are excellent allies". In the last five years, according to Cedacri, the country’s most growth-oriented credit institutions have developed a brand-new channel for promoters/managers supporting clients in wealth management. We are now witnessing another phenomenon: the opening of a direct channel that harnesses customers' inclination towards e-commerce. "Opening a brand-new sales channel from scratch is undoubtedly complex; the small initial volumes can affect the break-even point, but the rewards are there for those who persevere. Some local banks have been particularly active, adopting the 'digital branch' model which can then operate across the board for customers of all the bank's physical branches. It is easy to understand how this has a significant effect on the bank's entire relationship with its clientele and highlights the importance of Analytics, which must provide a thorough profile of the customer to those with no direct knowledge of him or her".
      This phase of change, based on knowledge and the use of data, leads to the evolution of direct channels, which ultimately also become sales channels with digital processes. This means, for example, that customers will increasingly be able to independently manage their own investment portfolio or receive personalised purchase proposals tailored to their profile by expert systems employing artificial intelligence.

      Personalisation and self-learning
      Within its Architectures, R&D and Digital Innovation Department, Cedacri is developing a new architectural model based on the adoption of Microservices, API and Data Lake components. The integration of these components will provide an environment capable of harnessing the full potential of new languages and emerging technologies such as Big Data, Machine Learning and the Hybrid Cloud. In particular, the artificial intelligence component operates within the Data Lake and allows for the integration of various machine learning and deep learning algorithms able to autonomously process large volumes of information, extracting indicators that are useful in offering banks new business opportunities.
      For example, the customer data management solution Smart Targeting examines all of a customer's data and is able to formulate a personalised offer, maximising the chances that the targeted customer will sign up. In addition, the platform can learn by itself (including based on the feedback it receives from the customer), store experiences and develop increasingly effective solutions over time.
      "Behind these new solutions lies a group of young people, curious talents, graduates in various specialist disciplines – Physics, Engineering, IT, Maths, Economics – who have successfully interpreted the ongoing developments in technology and made them available to our client banks", concludes the General Manager.

      Frontiers and collaborators
      We are also witnessing a change in the relationships between banks and other players: "FinTech companies, for example, are no longer unknown entities to be regarded with trepidation as competitors; they have now become interesting for banks because they have developed not only business skills, but also compliance and basic systems that are very useful when it comes to innovation in operational processes, an environment where digital can provide greater financial benefits to banks. These companies work on credit, finance and payments, but they don't compete directly with banks". One system that Cedacri is developing with the cooperation of several FinTech firms is an open banking platform. According to Stefanelli, this will be "the main banking sales and services channel of the future. For example, I imagine that one day a company will be able to issue an electronic invoice, and that at the same time, through an API, the bank will credit the company's current account with an advance for the amount stated in the invoice. In order to do this, it will be necessary to integrate the main client accounting systems with the banks' back-end systems through APIs, venturing out of the environment that the banks' information systems have inhabited until now. We are on the verge of a huge transformation in terms of what being a bank means".

  • Cedacri
  • Via del Conventino n. 1
  • 43044 Collecchio PR - Italia
Salvatore Stefanelli,Direttore Generale di Cedacri

Salvatore Stefanelli,
Direttore Generale di Cedacri

Trenta milioni di euro investiti ogni anno in innovazione. E una offerta differenziata, che spazia dal full outsourcing al BPO, in base alle esigenze specifiche di ciascuna banca. Cedacri si conferma tra i top vendors per l’outsourcing bancario e ha sviluppato nuove soluzioni nell’ambito della gestione del ciclo di vita del credito e di una relazione davvero multicanale con il cliente.

Scrivici per essere su TopVendors!

Confermo di aver letto la normativa in materia della privacy e trattamento dei dati personali.

Powered by ChronoForms - ChronoEngine.com

Designed by f14web.pro & carchidio.com

Questo sito utilizza cookies per garantire le proprie funzionalità ed agevolare la navigazione agli utenti, secondo la Cookie Policy. Cliccando "Acconsenti" l'utente accetta detto utilizzo.